Santa Colette


In terra Umbra è usuale chiamare le Clarisse francesi di Assisi le "Colettine".

Questo titolo « Colettine » rispecchia una storia e un'identità specifiche, ma nel frattempo s'inserisce nella grande tradizione dell’Ordine di S. Chiara. Infatti, la riforma condotta da S. Colette aveva come fine di ritrovare il vigore spirituale della Regola di S. Chiara, in un' epoca in cui ormai pochi monasteri facevano  riferimento ad essa.

All'epoca regnavano la carestia, la violenza e la miseria : è il periodo della « guerra dei Cento Anni », in cui è coinvolto il regno di Francia. La Chiesa è lacerata a motivo dello Scisma d’Occidente : vi sono due papi, in alcuni anni persino tre! Gli ordini monastici attraversano un periodo di decadenza, mentre i frati Minori sono divisi in diverse osservanze.


Chi era Colette ?
Una giovane donna di 25 anni, Colette Boëllet (1381-1447), nata nel 1381 a Corbie, in Picardia, e che vive come reclusa, riceve una visione che le ingiunge di rinnovare l'eredità francescana. Papa Benedetto XIII che lei incontra a Nizza, le dona il velo nero di clarissa e la nomina abbadessa delle religiose che vogliono compiere una riforma dell’Ordine clariano. In mezzo a pericoli e violenze, in quarant' anni fonda 18 monasteri da Besançon a Gand.

Tutto questo grazie all'appoggio delle case di Savoia, di Bourgogne, degli Armagnacs... Mistica, rivive la Passione ogni giorno; una vita ascetica, estasi, lacrime, rapimenti nel momento dell’ Eucaristia ! Coraggiosa nelle difficoltà, lotta contro il demonio e le sofferenze. Taumaturga, pacifica, è umile, e si denomina « la piccola ancella del Signore, indegna ed inutile serva ». Muore a Gand nel 1447.


Colette non cerca di compiere un'opera originale; voleva semplicemente essere fedele al pensiero dei fondatori. Così, a Nizza aveva chiesto al papa di poter « tenere  la 
 Regola che il glorioso  Padre  San  Francesco  aveva dato alla  gloriosa  Donna  Santa  Chiara ». E questo era di una portata considerevole, perché la Regola di Urbano IV aveva quasi dappertutto soppiantato quella della fondatrice. Il grande merito di Colette è di aver, in qualche modo, ridato alle clarisse la loro Regola!

Se, dopo il Concilio Vaticano II, le clarisse francesi d’Assisi hanno adottato le nuove Costituzioni Generali dell’ Ordine delle Sorelle Povere, come la maggior parte delle clarisse, rimane profondo il loro attaccamento a Santa Colette, e sono consapevoli di essere responsabili di questo patrimonio ed esperienza ecclesiale : con grande sapienza, infatti, Colette ha saputo accogliere il carisma di Chiara e ridargli una forma istituzionale, che gli ha permesso di attraversare i secoli. Anche gli anni terribilmente difficili della Rivoluzione Francese non hanno potuto spegnere la fiamma che era stata così alimentata.

___________________________



___________________________

Preghiere a Santa Colette

S. Colette è nato da una madre che aveva 60 anni il giorno della sua nascita. Nicolette (nome abbreviato Colette) è in realtà una "figlia" di Saint Nicolas. Questo santo era ampiamente preghiamo che la coppia di genitori può ottenere un bambino!
St. Colette, Benei da st Nicolas per la sua nascita, è stato invocato ed è invocato molto spesso, soprattutto in casa di vita. ha ricevuto il Signore molte nascite e ha permesso di rompere le catene spesso infertilità.
Non abbiate paura di far valere personalmente e pregarla di intercedere per le nostre intenzioni con il Signore!